Come congelare asparagi

Come Congelare gli Asparagi e Come Conservarli?

La stagione di raccolta degli asparagi è un periodo relativamente breve e che va indicativamente da metà marzo a fine giugno.

Essendo questo un alimento il cui periodo di raccolta dura solamente pochi mesi, può rivelarsi molto utile sapere come congelare gli asparagi e come conservarli, al fine di poterli poi utilizzare nel tempo senza che questi perdano il loro gusto, la loro morbidezza e soprattutto le loro proprietà benefiche.

Congelando e conservando gli asparagi nel modo corretto avrete modo di poterli riutilizzare anche dopo mesi, realizzando ricette incredibili e sempre gustose!

DOVE ACQUISTARE GLI ASPARAGI? Cliccate questo link e scoprite le migliori offerte!

     

Come Conservare gli Asparagi?

Una volta comprati degli asparagi freschi per consumarli il giorno stesso, è sufficiente lasciarli interamente, o semplicemente con i gambi all’interno di una ciotola ripiena di acqua fresca.

Al contrario, se la vostra intenzione è invece quella di consumarli nei giorni successivi all’acquisto, è possibile conservarli fino a 4-5 giorni all’interno del frigorifero.

In questo caso, i passi da seguire per una perfetta conservazione sono pochi e molto semplici:

  • Avvolgere il fondo dei gambi degli asparagi in un panno umido (in assenza è sufficiente una salvietta, purché bagnata). Questo aiuterà a mantenerli morbidi e saporiti.
  • Mettere gli asparagi all’interno di un sacchetto di plastica, assicurandosi di chiuderlo.
  • Porre il sacchetto con gli asparagi all’interno del frigorifero e consumarli non oltre i 4-5 giorni.

È possibile mangiare gli asparagi anche dopo i 5 giorni, ma ovviamente questi, col passare del tempo, vedranno perdere sempre più il loro gusto e il loro sapore.

Conservare asparagi

      

Congelare e Surgelare gli Asparagi

Nel caso in cui si voglia congelare gli asparagi si dovranno seguire una serie di accortezze, potendoli così mangiare anche dopo mesi dal loro acquisto.

  • Innanzitutto è molto importante pulire gli asparagi. Dopo averli lasciati in ammollo in una ciotola piena d’acqua per una decina di minuti, rimuovendo tutta la terra e la sporcizia, bisogna procedere alla sbucciatura della parte esterna e inferiore.

 

A questo punto, esistono due diverse modalità di congelamento, in funzione del loro futuro utilizzo:

  • Se volete conservare gli asparagi interi per poi poterli utilizzare come contorno, sarà sufficiente asciugarli e metterli dentro un sacchetto di plastica, chiudendolo bene. Dovranno poi essere posti all’interno del freezer, lasciandoli al suo interno per tutto il tempo necessario.
  • Per coloro che invece pensano di utilizzare gli asparagi come condimento per un buon risotto, una pasta oppure una lasagna, sarà possibile tagliare l’asparago a pezzi per poi metterlo anche in questo caso all’interno di un sacchetto di plastica e collocandolo infine nel congelatore. Un’alternativa può essere quella di separare le punte dai gambi, facendo sì che queste possano essere usate come guarnizione a dei piatti più sfiziosi come “asparagi e uova alla bassanese“, lasciando così i gambi come condimento di un primo.

Per scongelare gli asparagi prima dell’uso sarà sufficiente toglierli dal congelatore e lasciarli per qualche ora a temperatura ambiente prima di poterli utilizzare.
A questo punto non vi rimarrà che toglierli dal sacchetto per cucinarli secondo le consuete modalità  di cottura.

Congelare asparago

 

Seguici in tutti i nostri account social e condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti piace questo blog? Unisciti alla nostra community online! :)