Alimentazione: come prepararsi alle festività natalizie

Le feste sono ormai alle porte. Come preparasi adeguatamente in termini di alimentazione alle festività natalizie? Scopri i consigli utili e i suggerimenti.
Indice

Natale si avvicina: eh sì, anche quest’anno il tempo sta volando e presto sarà tempo di cene e pranzi con gli affetti più cari. Momenti di allegria e spensieratezza in cui a essere protagonista assoluto sarà anche il cibo: le abbuffate natalizie si susseguiranno una dietro l’altra, come da tradizione, cominciando ben prima del 25 dicembre. Nulla di cui preoccuparsi dunque, se non il timore di prendere qualche chilo di troppo o di esagerare con certi tipi di alimenti. Anche perché dire di no agli inviti nel periodo delle festività natalizie è estremamente difficile, non si vuole scontentare nessuno e in un attimo ci si ritrova seduti a tavola a casa di qualcuno, o in qualche locale, a gustare prelibatezze di ogni genere. Visto che le mangiate sono un appuntamento inevitabile, come fare per arrivare preparati senza affaticare l’organismo con piatti abbondanti ed elaborati? Ora vi illustreremo una serie di accorgimenti da adottare per affrontare senza paura per il proprio peso e la propria salute il tour de force che dalla vigilia di Natale all’Epifania caratterizzerà le nostre giornate. Rinunciare a mangiare, diciamolo subito, non è la strada giusta da seguire: è importante godersi i pasti, uno dei piaceri della vita, ricordandosi però di essere moderati, soprattutto prima che le feste entrino nel vivo.

Limitare le occasioni prima di Natale

Per questa ragione, la prima regola da seguire è prestare attenzioni alle occasioni “extra” che solitamente precedono la fase clou delle festività, quella che come già detto va dalla vigilia di Natale all’Epifania: cene aziendali, aperitivi con gli amici, visite a casa di parenti e altre occasioni per scambiarsi gli auguri ma anche per abbuffarsi in compagnia. Declinare gli inviti potrebbe risultare scortese e soprattutto si suppone che teniate a queste persone, per cui più che evitare questi incontri è opportuno sapersi regolare: moderate il consumo di alcolici e, se andate al ristorante, scegliete piatti leggeri o una sola portata per non affaticare troppo la digestione. Soprattutto evitate i dolci per prevenire gonfiore addominale e senso di pesantezza: ci saranno un sacco di occasioni per assaporarli di lì a breve, si tratta solo di una rinuncia momentanea. 

Attenzione al cibo anche a casa

Adottare una dieta equilibrata prima delle feste deve valere sia fuori che dentro casa: prestate attenzione durante i pasti alle quantità di alcuni alimenti come carboidrati, zuccheri semplici e alcolici. Evitate anche i formaggi grassi. Meglio concentrarsi in generale su cibi light e a basso contenuto calorico, ricordandosi di consumare pesce, legumi e frutta di stagione (anche secca) capaci di dare un senso di sazietà senza influire eccessivamente sul peso. Non dovete togliere gli spuntini anzi, sono fondamentali in questa fase, purché la scelta ricada verso alimenti salutari come frutta o yogurt magri: niente biscotti, cioccolatini, patatine o snack ipercalorici. Se seguire questi consigli vi arreca troppa difficoltà o fatica, potete continuare a consumare gli alimenti a cui siete abituati, cercando però di dimezzare le porzioni e di mangiare ogni giorno agli stessi orari. Altre accortezze che possono sembrare banali ma si rivelano fondamentali quelle di prendersi tempo per gustare il cibo, masticando lentamente per favorire la digestione e riconoscere il senso di sazietà, focalizzandosi su quello che si ha nel piatto ed evitando distrazioni come telefono o televisione durante i pasti. 

Parole d’ordine: pianificazione e consapevolezza

Il piano alimentare nella fase pre-natalizia deve quindi includere pasti equilibrati, ricchi di nutrienti essenziali come proteine, verdure, cereali integrali e grassi sani, da pianificare in anticipo per avere una routine salutare prima di lasciarsi andare agli eccessi delle celebrazioni. Sarebbe opportuno però, per il bene del proprio corpo e per non compiere passi falsi, farsi seguire da un esperto. Con un menù settimanale fornito da un nutrizionista sapersi regolare prima delle feste diventerà ancora più semplice e verrete guidati verso scelte alimentari che aiutino a mantenere il metabolismo attivo e a fornire i nutrienti essenziali. A proposito di attività, fare sport o comunque fare esercizio fisico prima di Natale può aiutare a bruciare calorie in eccesso e a mantenere un benessere generale. Scegliete un’attività che vi piaccia: corsa, yoga ma anche una semplice camminata può dare una svolta e far sentire bene. 

Il fatto di seguire una dieta sana non deve indurvi a rinunciare del tutto ai piccoli piaceri prima delle feste, piuttosto a trovare un equilibrio tra indulgenza e moderazione, mantenendo in ogni caso la consapevolezza che arriverà un momento in cui potrete lasciarvi andare di più e abbuffarvi con quello che più vi aggrada, godendovi appieno i pasti delle festività. 

Un esempio di dieta pre-natalizia

Ma quale potrebbe essere un menù tipo di una giornata che precede le festività natalizie? Partendo dalla colazione, si possono assumere fiocchi d’avena con frutta fresca, a cui aggiungere a piacimento altre fibre come semi di lino o semi di chia. Per lo spuntino del mattino yogurt greco con noci o mandorle, per assumere proteine e grassi sani ma nutrienti. A pranzo una bella insalata di quinoa e verdure mentre per il secondo spuntino di giornata, quello pomeridiano, una mela o un’arancia daranno la giusta combinazione di fibre, vitamine e grassi sani. E per cena? Salmone con verdure al vapore: in un solo piatto proteine, acidi grassi omega-3 e nutrienti. Se avete ancora fame prima di andare a dormire, provate a placarla con una tisana rilassante o una camomilla, meglio se con un po’ di limone o di zenzero. Quest’ultimo favorisce l’espulsione delle tossine dall’organismo e la naturale assimilazione dei cibi. A proposito di liquidi, bere molta acqua è un punto fisso da mantenere in preparazione di pranzi e cene natalizi: al pari delle altre bevande calde elencate in precedenza ha un effetto drenante e aiuta a bruciare i grassi. 

Naturalmente quello esposto è solo un esempio generico: il regime alimentare può variare in base alle esigenze, ai gusti e alle restrizioni di chi lo adotta, e sicuramente un esperto saprà suggerire un percorso personalizzato e in linea con lo stile di vita e gli obiettivi di salute di ciascuno. 

 

Condividi l'articolo!

Gli ultimi articoli del blog di Greenhouse

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Entra a fare parte della community di Greenhouse!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *